Attività per comunità capi sulle cambuse critiche

Serata di presentazione delle CC

Obiettivi:

  • Come nascono le cambu critiche
  • Come funzionano
  • Patto associativo:
  • Cambu critiche SI e perché?

Svolgimento:

  • CRITERI

(ETICITA’ DEL LAVORO, CONOSCENZA DELL’AZIENDA PRODUTTRICE, STAGIONALITA’, PRODOTTI A KM 0, COMMERCIO EQUO E SOLIDALE, AGRICOLTURA BIOLOGICA. Altri criteri: autoproduzione, biodiversità, etichetta trasparente, imballaggi o sfusi, legalità, no sprechi, piccola distribuzione, ecc). Video con report e spezzoni di programmi televisivi, uno per ogni criterio; la CoCa deve indovinare il criterio dopo aver visto ogni pezzo del video e discutere se secondo loro è un buon criterio cercando di evidenziare, anche grazie al video, eventuali problematiche.

link a video: https://drive.google.com/open?id=0B59xlVIvHWQ3V1BBS29FNWhxSWc

 

  • STORIA

Intervista tra due membri della pattuglia, uno fa il giornalista (G) e l’altro risponde (M)

G: Buonasera, è un piacere avere qui con noi la maggiore esperta di Cambuse Critiche che potrà spiegarci meglio come nasce questo strano fenomeno e perché. Ciao cara xxx

M: Ciao a tutti, buona sera e grazie di avermi invitato

G: Grazie a lei di essere qua, procediamo subito con la prima domanda. Quando nascono le Cambuse Critiche?

M: Allora le cambuse critiche nascono tra il 2009 e il 2010 quando il Clan del Roma 72, dopo un capitolo sul consumo critico, sente l’esigenza di lavorare sulla consapevolezza di essere cittadini e consumatori. Facendo la spesa al discount vicino alla sede ci si è accorti che comprando e consumando prodotti di multinazionali c’era una forte discrepanza tra il dire e il fare e anche tra la realtà delle cose e i nostri valori scout

G: Ah quindi dalla concretizzazione di un capitolo di un clan? Bello! Ed esattamente che cosa sono queste cambuse critiche?

M: In breve questo Clan riesce a creare una rete per coordinare e gestire gli ordini dei vari gruppi scout per l’approvvigionamento di campi e uscite, ordini fatti con criteri etici e critici, quelli poi che abbiamo scoperto poco fa per dare la possibilità a più persone possibili di partecipare ed ammortizzare in questo modo anche i costi. Di fatto funziona come un G.A.S. ha presente?

G: SI certo, be magari se ce lo ricorda…

M: Certo, un GAS è un gruppo di acquisto solidale formato da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all’ingrosso prodotti alimentari e di uso comune, da redistribuire tra loro. Si fonda sui concetti di condivisione e solidarietà.

G: quindi se ho capito bene ci si mette insieme per fare grandi ordini in grandi quantità… ma ordini a chi? Come si sceglie?

M: eh la scelta dei fornitori è molto importante perché per partecipare al progetto Cambuse Critiche deve esserci un patto di fondo di reciprocità e conoscenza, non è una semplice azione economica ordine – consegna- pagamento. Il fornitore va mezzo al corrente dei criteri, conosciuto, si instaura un rapporto di collaborazione, conoscenza e fiducia reciproca. Se volgiamo essere consumatori attenti e attivi non possiamo che fornirci da fornitori e produttori altrettanto attenti e attivi.

G: mi sembra giusto… ma una curiosità: il simbolo? Questo piatto con l’espressione crucciata?

M: eh il simbolo in effetti è un ghigno insoddisfatto, monito che ci ricorda che mangiare è qualcosa di più che placare la fame. E da bravi scout non si può che agire come cittadini responsabili, attivi, consapevoli.

  • PATTO ASSOCIATIVO

Memory con immagini che riprendano i concetti e le parole chiave del passo del Patto Associativo (per esempio: capo con bambino, giornale quotidiano, cartello stradale con pesce che muore, albero, tappa EG della responsabilità, ecc.) mischiate con altre immagini che non c’entrano niente.

dal PATTO ASSOCIATIVO AGESCI (lo si può proporre anche come puzzle di parole)

“Ci impegniamo a vivere e promuovere una cultura di responsabilità verso la natura e l’ambiente, coscienti che i beni e le risorse sono di tutti, non sono illimitati ed appartengono anche alle generazioni future.

Ci impegniamo a sostenere nella quotidianità e a promuovere nell’azione educativa iniziative di equa ridistribuzione delle risorse e scelte di economia etica

PERCHE’?

  • Gli scout si impegnano a migliorare il mondo
  • E’ testimonianza di uno stile di vita che metta in primo piano la giustizia, l’ambiente e la sostenibilità
  • La consapevolezza d’acquisto è importante (sapere chi e come produce il cibo che mangiamo)
  • Il progetto è bello e i suoi valori inoppugnabili

E soprattutto….

  • Perchè questo progetto ha un valore educativo e pedagogico verso i nostri bambini e ragazzi
  • DOMANDE/ATTIVITA’

Presentazione con una tabella su cartellone di alcune possibili attività che gli staff possono proporre ai loro ragazzi. La tabella avrà 3 colonne (L/C, E/G ed R/S) e due righe (attività concrete ed attività concettuali). Può essere proposto anche in maniera giocata: la CoCa deve attaccare le attività nella casella giusta.

L/C E/G R/S
concrete
  • Marmellata
  • Passata di pomodoro
  • Fare un orto
  • Marmellata
  • Detersivo bio
  • Passata di pomodoro
  • Orto
  • Gara di cucina critica: vince il piatto più critico!
  • detersivo bio e saponette
  • passata di pomodoro
  • servizio in un GAS
concettuali
  • Gioco su etichette buone e cattive
  • gara di espressione su criteri CC
  • Gioco di ruolo a tema multinazionali (Alta sq)
  • Veglia a tema
  • capitolo (consumo critico, sviluppo e conoscenza territorio, sfruttamento del lavoro, ambiente, ecc.)
  • veglia rover
  • gioco di ruolo a tema multinazionali

 

  • VERIFICA DELL’ATTIVITÀ ED EVENTUALI DOMANDE

 

 

Advertisements

Commenta

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s